Ti-vedo-ti-sento-mi-perdo-jalo-musicMartedì 14 novembre debutta al Teatro alla Scala in Prima mondiale la nuova opera di Salvatore Sciarrino: Ti vedo, ti sento, mi perdo. 

Riconosciuto come uno dei più eminenti e rivoluzionari compositori al mondo, Sciarrino mette al centro lo spettatore e lo accompagna attraverso un’esperienza musicale unica, che induce a cambiare il modo di ascoltare. Al centro della sua nuova opera c’è la tragica vita del compositore e cantante barocco Alessandro Stradella (1639 – 1682), che con i suoi romanzeschi triangoli amorosi assurge a simbolo della potenza di seduzione della musica stessa. Sul podio sale il giovane Maxime Pascal, mentre la regia è affidata all’esperto Jürgen Flimm, legato a Sciarrino da un lungo rapporto artistico e personale.

Attorno a questa importante Prima assoluta, a Milano si raccolgono una serie di iniziative speciali. A Sciarrino sono dedicati il 26° Festival Milano Musica (con un concerto alla Scala il 13 novembre, musiche di Beethoven, Sciarrino e Schumann) e la mostra “Il segno e il suono” a Palazzo Reale. Inoltre, un’ora prima di ogni recita dell’opera, si terranno incontri di preparazione all’ascolto, tenuti dal Prof. Franco Pulcini, aperti a tutti i possessori del biglietto presso il Ridotto Toscanini.

Dal 14 al 26 Novembre 2017

Salvatore Sciarrino

Nuova produzione in coproduzione con Staatsoper Unter den Linden di Berlino

Prima mondiale

Commissione Teatro alla Scala e Staatsoper Unter den Linden di Berlino

Libretto di Salvatore Sciarrino

(Edizioni Musicali Rai Com)

Orchestra del Teatro alla Scala

Direttore Maxime Pascal
Regia Jürgen Flimm
Collaboratore del regista Gudrun Hartmann – Wild
Scenografo George Tsypin
Costumi Ursula Kudrna
Lighting Designer Olaf Freese

Ph. Luca Carrà ©Raitrade