ISOLATED - Roberto Attanasio | recensione
Giudizio complessivo: Eccellente
Apprezzamento95%
95%score

Roberto Attanasio

Isolated

2017 (Memory Recordings -Believe) | neo-classical

“Isolated” di Roberto Attanasio è uscito il 20 ottobre scorso su etichetta Memory Recordings (distribuzione Believe), label fondata dal pianista e compositore Fabrizio Paterlini.
Un disco (diciamolo subito) particolarmente riuscito, diverso dai precedenti, un lavoro meditato dove nulla è stato lasciato al caso, all’immediatezza di un gesto spontaneo ma concepito e ragionato con estrema cura e attenzione.
In precedenza Roberto Attanasio ha pubblicato due album e alcuni EP, molto apprezzati dalla critica e annoverati da alcuni magazine musicali tra le migliori pubblicazioni del 2016, con la 1631 Recordings/Decca. Con questo nuovo album il compositore romano può tranquillamente essere citato tra le migliori produzioni del 2017; un disco, un lavoro che all’ascolto ci ha letteralmente spiazzato tenuto anche conto della giovane età dell’autore stesso.
“Isolated” è composto da otto tracce di un lirismo minimalista purissimo, nessun titolo stucchevole, fuorviante, ma solo un anonimo numero romano progressivo, come a lasciar intendere l’estrema ricerca di una sintesi, di una focalizzazione ai brani stessi. Roberto Attanasio ha composto e registrato il disco presso il proprio home studio situato fuori Roma avvalendosi di un particolare piano verticale detto: “verticoda”, in grado di generare sonorità particolari, molto vellulate.
In questo album possiamo facilmente apprezzare un pianismo neoclassico contemporaneo; l’intero album è di piano solo, un percorso di frammentazioni oniriche volte all’abbandono momentaneo come a ripoensare i vari momenti del frenetico quotidiano. Un viaggio introspettivo, un distacco dalla realtà ma senza escluderla. Ogni brano è un tassello di un mosaico dell’animo interiore, un medium per sviscerare ogni angolo emotivo personale generato dall’isolamento.
Dal profilo tecnico, alle scelte artistiche, alle composizioni, a come è stato suonato (garbo e tocco personalissimo), “Isolated” va sicuramente menzionato tra i migliori album usciti in questo 2017. In un periodo storico nel quale le idee sembrano latitare ai più, dove molto è scontato e banale, “Isolated” di Roberto Attanasio seppur in certi momenti affiorino riminescenze di Philip Glass rimane un lavoro straordinario per originalità e bellezza musicale.

 

Tracklist

  1. Isolated I
  2. Isolated II
  3. Isolated III
  4. Isolated IV
  5. Isolated V
  6. Isolated VI
  7. Isolated VII
  8. Isolated VIII

 

Il sito ufficiale di Roberto Attanasio

Link diretto per l’acquisto del disco clicca qui.

 

Top