Italian a Cappella Summit, appuntamento unico in Italia al BHR Hotel

IACS: Il Meglio della Musica a Cappella Italiana Venerdì e Sabato a Treviso

L’evento clou del VivaVoce Festival con 10 band da tutta la penisola

 

Dopo il successo del concerto degli A-Live, il VivaVoce Festival, festival internazionale di musica a cappella ideato da Andrea Trevisi, propone un evento eccezionale: lo IACS, Italian a Cappella Summit, il primo meeting italiano di gruppi vocali. Venerdì 10 e sabato 11 novembre al BHR Hotel di Treviso saranno in scena ben 10 band, pronte a scaldare il pubblico presente. Il meglio della musica a cappella italiana si riunirà dunque al Bhr Hotel di Treviso in una due giorni che promette di stupire tutti. Ma non solo concerti: allo IACS ci saranno anche due masterclass di altissimo livello con due maestri del genere come Ciro Caravano dei “Neri per Caso” e Andrea Figallo dei “The Flying Pickets”. Inoltre, gli ospiti potranno cenare direttamente nella sede dei concerti.

 

L’evento speciale della XIII edizione di VivaVoce International A Cappella Festival è proprio lo IACS, un vero meeting di gruppi a cappella italiani, con ben 5 esibizioni al giorno. Sarà un’occasione imperdibile per conoscere da vicino il movimento che sempre più accoglie pubblico e appassionati da ogni parte del mondo. Venerdì 10 novembre si esibiranno i milanesi “Alti & Bassi”, i bolognesi “Blue Penguin”, i giovani padovani “Honolulu Quartet”, i bellunesi “Sintagma” e i goriziani “Vocal Cocktail”. Sabato 11 novembre invece toccherà ai trentini “Alter Ego”, i romani “Occhi chiusi in mare aperto”, i palermitani “Sei Ottavi”, i veneziani “Venice Vocal Jam”, i padovani “Vocalica”. Presenta le serate Lorenzo Fattambrini. Le cene a buffet inizieranno alle 20.00, i concerti live alle 20.45 in entrambe le serate.

 

LE BAND DEL VENERDI’

– Alti e Bassi (Milano), quintetto nato nel 1994, propongono indimenticabili brani arrangiati a 5 voci grazie a originali elaborazioni che spaziano attraverso i generi musicali. Intonazione e grande cura per i dettagli sono i punti di forza che critica e pubblico hanno riconosciuto loro in 20 anni di attività.

Blue Penguin (Bologna), si sono formati nel 1998 dall’incontro di cantanti e musicisti provenienti da diverse esperienze nell’ambito corale e nel musical: il loro repertorio spazia dal pop internazionale degli anni ’80 alla disco-dance, dallo swing agli anni ’40 italiani, fino ai brani per bambini e ai classici natalizi, con arrangiamenti per la maggior parte originali.

Honolulu Quartet (Padova), quartetto vocale formato da giovani musicisti con diverse esperienze alle spalle, si costituisce nel 2013 riscuotendo in pochi mesi immediato successo. Il loro repertorio va dall’antica tradizione religiosa fino al più moderno stile barbershop americano, passando per la tradizione italiana ed europea di Otto e Novecento.

Sintagma (Belluno), nascono nel 2006: la passione per la musica li ha portati a intraprendere un repertorio vario, composto da canti popolari d’autore, regionali italiani e stranieri, spiritual e gospel, spaziando nel pop italiano ed internazionale, arrangiamenti jazz, barbershop, canti alpini…

Vocal Cocktail (Gorizia), nasce nel 1995 e il repertorio copre una gamma ampia, dalla polifonia vocale alla musica classica strumentale, dalla musica tradizionale alla musica leggera e jazz con la costante ricerca di arrangiamenti scritti espressamente per voci soliste.

 

LE BAND DEL SABATO

Alter Ego (Trento), nascono ufficialmente nel 2007 con l’intento di trasmettere al pubblico le emozioni provate dal gruppo stesso sul palco. Il loro repertorio spazia da brani spirituals e gospel, composizioni derivanti dalla tradizione popolare italiana e straniera, da qualche tempo anche brani jazz anni ’30 e ’40 e pop anni ’60.

Occhi Chiusi In Mare Aperto (Roma), il quintetto nasce nel 2017 dalla selezione di alcuni dei migliori elementi del circuito corale dell’associazione Decanto. Il progetto nasce con l’intento di affrontare il repertorio pop in tutte le sue sfaccettature, con una ricerca tesa anche a scostarsi dal mainstream, utilizzando arrangiamenti per voce originali per dare un tocco personale a ogni pezzo.

SeiOttavi (Palermo), sin dalla loro fondazione nel 2005 si impongono all’attenzione del pubblico per l’originalità del repertorio e dell’esecuzione, ricevendo ampi consensi per i loro spettacoli e svolgono una costante attività concertistica su tutto il territorio nazionale e all’estero.

Venice Vocal Jam (Venezia), nato nel 2010, parte dal comune terreno dato dalla musica gospel, che si è evoluto artisticamente muovendo dal jazz al pop/rock alla musica spirituale, e aprendo la propria visione al lavoro di alcuni tra i gruppi a cappella europei più importanti e longevi.

Vocalica (Padova), nati nel 1994 sviluppano un repertorio di brani che spazia dallo scat allo swing, dal rock al blues, dal pop alla musica italiana d’autore, anche di propria composizione, cercando sempre di mantenere originalità nell’arrangiamento e nell’interpretazione.

 

MASTERCLASS

Sabato 11 dalle 9.30 alle 16.00 si terranno i masterclass con due maestri d’eccezione:

Ciro Caravano, già leader dei Neri Per Caso, arrangiatore, programmatore, produttore artistico e vocal coach, ha collaborato con molti artisti del panorama nazionale e non solo.

Andrea Figallo, cantante, arrangiatore, compositore, un artista poliedrico che ha collaborato con i The Flying Pickets e per i Wise Guys, gruppi a cappella n°1 in Europa e Germania.

Il corso è aperto a cantanti, coristi e tutti gli appassionati del genere.

 

Le altre date del VivaVoce Festival:

·         VOCALDENTE (DE)


Museo Santa Caterina

sabato 25 novembre 2017

20.45

·         VOICE MALE (BE)

Auditorium Sant’Artemio

sabato 2 dicembre 2017

20.45


PREVENDITA:

http://www.vivavoce.tv/prevendita.html

 




Top