Il pianista internazionale e ingegnere aerospaziale Leonardo Barilaro ha pubblicato il videoclip ‘Quiet Sun’, nuovo singolo del suo concetto sperimentale ‘SeaSharp’, in cui il compositore unisce pianoforte e synth descrivendo il mare come simbolo del nostro percorso di vita.

In Quiet Sun è presente l’astro nascente della fusion dance contemporanea Thea Cunningham, di origini irlandesi e maltesi, e il talentuoso chitarrista abruzzese Marino Di Nino.

La chiave del pezzo è nella frase di apertura del video: Stepping outside into the chill of the Future. – Facendo un passo nel brivido del Futuro.                                  

Crescendo tutti noi abbiamo la tendenza a mappare linearmente la proiezione del percorso di vita lungo la nostra linea temporale. Le ipotesi di linearità nella ricerca scientifica funzionano alla grande ed è abbastanza corretto pensare che se in un’ora possiamo leggere 10 pagine di un libro, ne leggeremo 20 pagine in 2 ore.

Ma qui entra un gioco un concetto non immediatamente intuibile, tutti i nostri sistemi percettivi mostrano una relazione non-lineare tra lo stimolo esterno e la rappresentazione interna. Se raddoppiamo la forza sulla nostra mano, sentiremo meno del doppio della pressione. Se raddoppiamo la salinità dell’acqua, il gusto percepito non sarà due volte più salato. Ciò include stimoli per tutti i sensi: visione, udito, gusto, tatto e olfatto.

Le nostre orecchie percepiscono i suoni e quindi la musica in modo logaritmico, così i nostri occhi con la luce e, per esempio, la magnitudine stellare, come quella del nostro Sole, è misurata su una scala logaritmica. La nostra percezione sensoriale deve consentirci di rappresentare in modo efficiente le distribuzioni statistiche dell’universo in cui viviamo.

Nel video, girato a Malta, viene esplorata la relazione tra il cambiamento effettivo in uno stimolo fisico e il cambiamento percepito. Quando nella vita lavoriamo a lungo per raggiungere i nostri sogni, i nostri obiettivi, ciò che otteniamo di solito non è mai nel modo in cui ci aspettavamo e ci sentiamo disorientrati dalle strade che abbiamo intrapreso per arrivare lì, percependo una sorta di brivido sulla nostra anima.

In Quiet Sun la musica e la danza sono due polarità opposte, in senso taoistico e sono ben oltre il concetto semplicistico di buono o cattivo. I due poli opposti sono necessari per creare movimento, come sempre in Natura. Questo effetto si ottiene anche dal contrasto tra il primo set video che è introspettivo, nell’ombra e il second set, dove l’azione fluisce senza sosta alla luce del sole.

Per dipingere questi concetti e simboli, il video vede la presenza di 4 diversi artisti: Özlem Başman, Vanessa Bugeja, Olha Ivashchuk e Simona Sidel. Ognuna di loro segue percorsi diversi, interagendo con i 2 poli di attrazione, Thea per la danza e Leonardo per la musica.

Questo complesso progetto video è stato magistralmente realizzato da BLEND Malta, sotto la direzione di Marley Lagana, e supportato e sponsorizzato da Storeroom jazz club, Monink Tattoo Studio, Hair Bands di Malta e The Skincare Culture.

QUIET SUN – SeaSharp by Nullo Die Sine Nota

 

Website – www.nullodiesinenota.com

Instagramwww.instagram.com/nullodiesinenota

 

Leonardo Barilaro

Top