“Vedi i suoni, ascolta le immagini” 

Dal 19 al 22 settembre torna a Palazzo delle Esposizioni la VI° edizione di Live Cinema Festival con un pieno di anteprime mondiali e live cinema performance presentate per la prima volta in Italia. Tundra, Niculin Barandun, Luis Sanz, Tatsuru Arai, Daniel Besnyo, Patrik Kiss, V3RBO, MMRK, Zanshin, PRCLS, Odaibe, Pablo Frizzi e Dnè tra gli artisti confermati per #LCF2019 

Dal 19 al 22 Settembre 2019 torna nello splendido Palazzo delle Esposizioni la VI° edizione di Live Cinema Festival! Otto live cinema performance inedite o presentate per la prima volta in Italia e realizzate in real-time, screenings, workshop e un cast di artisti di rilievo internazionale per un’esperienza immersiva, sinestetica e unica nel suo genere. 

Quattro giorni in cui macchine, arte e tecnologia si uniscono per diffondere nuovi messaggi, nuovi immaginari e nuove prospettive. Portavoce di questa missione saranno artisti provenienti da ogni parte del mondo: Tundra (Russia), Tatsuru Arai (Giappone), Zanshin & Prcls (Austria), Niculin Barandun (Svizzera), Luis Sanz (Perù), Daniel Besnyo e Patrik Kiss (Ungheria), Odaibe & Pablo Frizzi (Polonia), DNE’ (Repubblica Ceca) e V3rbo con Mmrk (Italia). Una manifestazione internazionale che porta nella Capitale le più innovative performance live di spettacoli audio-visual, dove suono, immagini, spazio e lo stesso pubblico costituiscono un unicum indivisibile. 

“Live Cinema Festival 2019”, con la direzione artistica a cura di Claudio Guerrieri, è parte del programma dell’Estate Romana promossa da Roma Capitale – Assessorato alla Crescita Culturale e realizzata in collaborazione con SIAE

Quella del “Live Cinema” è una tecnica narrativa sperimentale applicata al video performativo che dà vita alla creazione simultanea di suoni e immagini in tempo reale, in cui i parametri tradizionali del cinema narrativo, rappresentati dalla soggettività fotografata dalla camera, si espandono in una concezione più ampia dove la percezione dello spettatore è in continua tensione tra sperimentazione e rievocazione. In un’epoca storica in cui la tecnologia ha invaso ogni aspetto della nostra vita, Live Cinema Festival vuole abbattere le frontiere tra il mezzo e il contenuto, manipolando immagini e utilizzando diverse tecniche al fine di creare un contenuto finale frutto dell’improvvisazione e dell’abilità degli artisti. 

Come da tradizione anche per questa edizione tutti gli artisti invitati si presenteranno con première , spettacoli dal vivo mai visti in assoluto oppure presentati per la prima volta in Italia. Ogni giorno, la Sala 9 di Palazzo delle Esposizioni ospiterà due performance di live cinema. Prima delle esibizioni sarà possibile assistere a Enigma” un’installazione AV di 10 minuti dell’artista canadese YAN BREULEUX cofondatore, insieme al compositore Alain Thibault, del duo audio-visivo Purform. Dalle esibizioni video ai progetti interattivi online, professore e designer all’École des arts numériques, de l’animation et du design («NAD»), Yan Breuleux è specializzato nella produzione di animazioni sperimentali per dispositivi e ambienti immersivi. 

L’opening è giovedì 19 settembre con gli ospiti più attesi, i russi TUNDRA di San Pietroburgo, un collettivo artistico focalizzato sulla creazione di esperienze audiovisive e sulla trasformazione degli spazi, facendo lavorare all’unisono suoni, immagini ed emozioni. Per la prima volta si esibiscono dal vivo in Italia con una spettacolare live performance generativa che utilizza la tecnologia laser. Il loro show “Nomad” segue le orme dei pionieri dell’arte elettronica degli anni ’60, che utilizzavano l’attrezzatura rudimentale, analogica e digitale per dimostrare al proprio pubblico che i nuovi media erano orientati all’azione, piuttosto che alla contemplazione. Ispirato al concetto di nomadi digitali del 21° secolo, il team TUNDRA offre le sue prime esibizioni dal vivo, basate su parti e algoritmi delle loro installazioni audio-visive, acclamate in tutto il mondo, dagli Stati Uniti alla Cina. 

In apertura vi sarà “Transmission ~ ” il nuovo lavoro presentato in anteprima assoluta, nato dalla collaborazione tra l’artista svizzero NICULIN BARANDUN e il peruviano LUIS SANZ che ha dato origine a una serie di lavori sulla fisica quantistica ispirati dalla dualità onda-particella. La performance include frequenze estremamente alte, microonde, risonanze, e guasti elettronici. La simulazione di onde e particelle mediante sistemi di dati interconnessi viene utilizzata per creare un’esperienza sinestetica unica. 

Altra performance molto attesa sarà alla chiusura del festival, domenica 22, “Quantum-ton” del giapponese TATSURU ARAI, il terzo capitolo del suo progetto audiovisuale che espande la storia del serialismo, iniziato da Arnold Schönberg, Karhleinz Stockhausen e Pierre Boulez, indagando i limiti della percezione uditiva umana. Il suo principale tema artistico è quello di integrare le composizioni classiche alle nuove tecnologie. 

Venerdì 20 sarà il turno degli ungheresi DANIEL BESNYO e PATRIK KISS con la première Cloudhitects” dove sarà possibile immergersi in un viaggio onirico dai suggestivi paesaggi sonori di una città re-immaginata come un parco giochi interattivo, ancora una volta rigorosamente dal vivo. Un esperimento che utilizza spazi scannerizzati al laser per trasformare i grandi edifici dell’Ungheria in architetture virtuali. Artista visivo e fondatore di VJ Centrum Budapest, Daniel Besnyo è attualmente impegnato nello sviluppo del suo ultimo progetto di proiezioni su edifici giganteschi: il Secret Mapping Experiment. 

“Untilted.mvp” è il progetto innovativo e presentato in anteprima assoluta, nato dall’incontro e dalla passione di due artisti italiani, V3RBO e MMRK, per la realtà virtuale e le sue derivazioni. Una live performance sincronica e narrativa con un taglio cyberpunk, distopico e dark, dove i visual vengono dipinti e navigati man mano in Virtual Reality su una colonna sonora synth-noise suonata live con sampling analogici e hardware personalizzati. Il titolo è un gioco di parole con il software Tiltbrush che l’artista utilizza per le sue animazioni e “mvp” sta per: mmrk e v3rbo players, ponendosi così come giocatori nella loro performance! Dall’uso delle tecniche pittoriche tipiche della cultura dei graffiti, V3RBO ha introdotto nuove regole visive, celebrando il writing e indagando le sue derive mediali. Inventore del graffiti-mapping, attualmente si dedica allo sviluppo di opere in realtà virtuale. Venerdì 20 è in programma questa imperdibile première in collaborazione con Mauro Frugiuele (MMRK). La sua ricerca ha un approccio cinematografico e si esprime tramite l’utilizzo di sintetizzatori, noise, samples, cassette, microfoni a contatto, custom hardware ed effetti. Per questa edizione V3RBO ha anche curato la grafica in Augmented Reality della brochure del festival, stravolgendo il concetto di “cartaceo”: le immagini stampate infatti saranno visibili in video e animazioni in 3D. 

ZANSHIN & PRCLS, aka Gregor Ladenhauf e Gerhard Senz, sono due artisti multimediali di Vienna che hanno deciso di unirsi, per la prima volta, insieme nella progettazione di questa live performance: “The clavicula conversations”. Questa première nasce da un caso fortuito: un incidente. Dopo che Zanshin si ruppe la clavicola, non fu in grado di usare i suoi strumenti per alcune settimane. Usando solo un tablet per giocare con campioni, frammenti di pianoforte e altri strumenti ha cercato di venire a patti con una situazione dolorosa, in cui poteva a malapena muoversi. Così ha deciso, con l’aiuto di Prcls, di fare una performance incentrata sulle implicazioni dello stato di rottura delle ossa. Sabato 21 si assisterà a un viaggio visivo pieno di ossimori: incidenti e ristrutturazioni, distruzione e recupero, flusso e interruzione. 

“Un poema audiovisivo per sognatori analogici”, è la performance “Comfort zones” del duo polacco ODAIBE & PABLO FRIZZI pseudonimo dell’artista visivo Bartłomiej Szlachcic e del musicista-psicologo Paweł Galecki, che si esibiranno sabato 21. Il loro live show sarà una simbiosi spaziale di fotoni che galleggiano sulle onde, in una danza sinaptica neurochimica tra mondo analogico e digitale. 

DNÉ aka Ondrej Holy, dalla Repubblica Ceca, caratterizza i suoi progetti musicali con un suono unico dal tocco cinematografico e globale. Per la prima volta in Italia, domenica 22 presenta “Of another” una performance incentrata sulle sue sonorità, dove vecchie illusioni e nuove narrazioni si fondono con le immagini e le animazioni dei visual artist Martina H. Holá e Jiří Havlíček

Ad anticipare la kermesse ci sarà la sezione “SCREENINGS”, una preview di proiezioni dall’1 agosto al 19 settembre nel bookstore del Palaexpo, durante l’orario di apertura del museo, che mira a preparare il pubblico alle performance del festival. Durante i giorni del festival, nell’Auditorium del Palaexpo la sezione Screenings continuerà con la selezione di documentari, making of, interviste agli artisti delle passate edizioni del festival e nuovi contenuti. Interviste, anteprime e backstage di alcuni dei migliori artisti delle passate edizioni e nuovi contenuti, per comprendere al meglio il processo creativo di questa nuova disciplina audio-video. Durante i giorni del festival, nell’Auditorium del Palazzo delle Esposizioni la sezione Screenings continuerà con la selezione di documentari, making of e interviste. Di seguito l’elenco dei contenuti di ABOUT LIVE CINEMA: – LCF 2014-2018 Report – The Light Surgeons – In Profile – Dies_ – Materia Sonica – Addictive TV – Orchestra of Samples by AV artists Showreel – Klaus Obermaier – audiovisual performance – Ernesto Sarasa (Fonosträbico) – Ente – Nikita Diakur | Experimental short film 

Il 18 settembre, il giorno prima dell’inizio del festival, nell’Auditorium del Palazzo delle Esposizioni si terrà la conferenza/talk sul tema “L’immagine in tempo reale”. Interverranno: Emanuele Ponzio (Autore/ Vj), Valentina Tanni (Curatrice), Marco Maria Gazzano (Roma Tre Filosofia, Comunicazione e Spettacolo), Francesco Dobrovich (Videocittà), Luca Ruzza (Sapienza Facoltà di Lettere e Filosofia Discipline dello spettacolo), V3rbo (Audio Visual Artist), Claudio Guerrieri (Art Director Live Cinema Festival), Emiliano Paoletti (Assessorato alla Crescita culturale – Roma Capitale), Gianluca Del Gobbo (AV node). 

Ad arricchire ulteriormente la programmazione del Festival, il 19 settembre parte anche il workshop gratuito della durata di 4 giorni per 8 ore complessive sul Digital Storytelling. Incentrato su questa nuova tecnica nel contesto artistico-performativo, il workshop mira a fornire strumenti di conoscenza, di tecniche e tecnologie per la realizzazione di una performance Audio Video di Live Cinema. Per parteciparvi è necessaria la prenotazione inviando una mail a workshops@livecinemafestival.com; verrà rilasciato un attestato di frequenza al termine del laboratorio. 

Nelle precedenti edizioni Live Cinema Festival è stato ospitato da: Teatro Quarticciolo nel 2014, Piazza dell’Immacolata a San Lorenzo nel 2015, Macro via Nizza nel 2016 e 2017, Palazzo delle Esposizioni nel 2018. Artisti internazionali, affermati ed emergenti, hanno offerto al pubblico una panoramica delle diverse modalità di interpretare il Live Cinema, attraverso le proprie performance. Gli artisti/gruppi provengono dai più svariati paesi: Germania, Italia, Paesi Bassi, Polonia, Repubblica Ceca, Turchia, Regno Unito, Belgio, Spagna, Grecia, Austria, Bielorussia, Olanda, Ungheria. 

Sin dalla prima edizione Live Cinema Festival gode del contributo di Roma Capitale nell’ambito dell’ “Estate Romana”. Live Cinema Festival è prodotto ed organizzato da Flyer srl impresa sociale (flyer.it), Linux Club (linux-club.org) e FlxER.net (flxer.net), grazie anche alla cooperazione di importanti partner internazionali. Live Cinema Festival aderisce inoltre al network PAC (Performing Arts Contemporanee) formatosi in seguito a collaborazioni tra diversi soggetti culturali operanti nel territorio della città di Roma da diversi anni, e attivi nella progettazione e esecuzione di attività nell’ambito sia dell’Estate Romana sia in altri contesti/eventi/ festival romani, nazionali e internazionali. Gli intenti sono quelli di condividere le proposte per attuare un meccanismo sinergico e virtuoso. In particolare l’obiettivo è attivare un dispositivo di promozione e comunicazione condiviso e coordinato, e di pianificare le attività in un calendario sostenibile di cui l’intera comunità cittadina potrà beneficiare. 

Un ringraziamento speciale per il supporto va all’Accademia di Ungheria, al Centro Ceco di Roma, al Forum Austriaco di Cultura, all’Istituto di Cultura e Lingua Russa, all’Istituto Polacco di Roma, alla Délégation du Québec à Rome. 

LIVE CINEMA FESTIVAL 2019 | Dal 19 al 22 Settembre | Palazzo delle Esposizioni – Roma Auditorium e Sala 9 (ingresso scalinata di via Milano 9) 

LIVE CINEMA FESTIVAL > Pagina FACEBOOK: https://www.facebook.com/livecinemafestival/ LIVE CINEMA FESTIVAL > Account INSTAGRAM: https://www.instagram.com/livecinemafestival/ 

 

Programma 

Bookstore: dal 1 agosto al 22 settembre durante l’orario di apertura del museo 

Ad anticipare la kermesse ci sarà la sezione “SCREENINGS” con “ABOUT LIVE CINEMA”, una preview di proiezioni nel bookstore del Palazzo delle Esposizioni, durante l’orario e i giorni di apertura del museo, che mira a preparare il pubblico alle performance del festival. Durante i giorni del festival, nell’Auditorium del Palazzo delle Esposizioni la sezione Screenings continuerà con la selezione di documentari, making of e interviste. Di seguito l’elenco dei contenuti di ABOUT LIVE CINEMA: 

– LCF 2014-2018 Report – The Light Surgeons – In Profile – Dies_ – Materia Sonica – Addictive TV – Orchestra of Samples by AV artists Showreel – Klaus Obermaier – audiovisual performance – Ernesto Sarasa (Fonosträbico) – Ente – Nikita Diakur | Experimental short film 

Auditorium: Mercoledì 18 settembre ore 18:00 

L’IMMAGINE IN TEMPO REALE > Conferenza/Talk 

Interverranno: Emanuele Ponzio (Autore/ Vj), Valentina Tanni (Curatrice), Marco Maria Gazzano (Roma Tre Filosofia, Comunicazione e Spettacolo), Francesco Dobrovich (Videocittà), Luca Ruzza (Sapienza Facoltà di Lettere e Filosofia Discipline dello spettacolo), V3rbo (Audio Visual Artist), Claudio Guerrieri (Art Director Live Cinema Festival), Emiliano Paoletti (Assessorato alla Crescita culturale – Roma Capitale), Gianluca Del Gobbo (AV node).

Auditorium: dal 19 al 22 settembre dalle 17:00 alle 19:00 

Workshop: Digital Storytelling 

Auditorium: dal 19 al 22 settembre dalle 20:00 alle 22:00 

SCREENINGS ABOUT LIVE CINEMA 

SALA 9: GIOVEDÌ 19 SETTEMBRE 

Dalle 21:45 alle 22:00 > YAN BREULEUX (Purform) | Enigma | AV installation | [CA] 

Dalle 22:00 alle 22:45 > NICULIN BARANDUN + LUIS SANZ | Transmission~ | live cinema performance | [CH/PE] world première 

Dalle 23:00 alle 23:45 > TUNDRA | Nomad | AV generative laser projection live performance | [RU] | – italian première 

SALA 9: VENERDÌ 20 SETTEMBRE 

Dalle 21:45 alle 22:00 > YAN BREULEUX (Purform) | Enigma | AV installation | [CA] 

Dalle 22:00 alle 22:45 > V3RBO + MMRK | Untilted.mvp | VR – live cinema performance | [IT] world première 

Dalle 23:00 alle 23:45 > DANIEL BESNYO + PATRIK KISS | Cloudhitects | live cinema performance | [HU] world première 

SALA 9: SABATO 21 SETTEMBRE 

Dalle 21:45 alle 22:00 > YAN BREULEUX (Purform) | Enigma | AV installation | [CA] 

Dalle 22:00 alle 22:45 > ODAIBE & PABLO FRIZZI | Comfort Zones | live cinema performance | [PL] world première 

Dalle 23:00 alle 23:45 > ZANSHIN & PRCLS | The Clavicula Conversations | live cinema performance | [AT] world première 

ALA 9: DOMENICA 22 SETTEMBRE 

Dalle 21:45 alle 22:00 > YAN BREULEUX (Purform) | Enigma | AV installation | [CA] 

Dalle 22:00 alle 22:45 > DNÉ | Of Another | live cinema performance | [CZ] world première 

Dalle 23:00 alle 23:45 > TATSURU ARAI | Quantum-ton | live cinema performance | [JP] 

LIVE CINEMA FESTIVAL 2019 | Dal 19 al 22 Settembre | Palazzo delle Esposizioni | Roma Auditorium e Sala 9 (ingresso scalinata di via Milano 9) 

 

 

Top