Da qualche giorno non è più possibile sfruttare il lettore web di Spotify con Safari. Gli sviluppatori invitano a scaricare l’app oppure usare Chrome, Firefox o Opera.

Spotify non funziona più con Safari, questo quel che accade da qualche giorno. Collegandosi al sito del servizio appare il messaggio: “Questo browser non supporta il lettore Web Spotify. Cambia browser o scarica Spotify per il tuo computer desktop”.

A nulla servono trucchi come cambiare lo “user agent” dal menu Sviluppo (una stringa di testo inviata dai browser per identificare nome e versione del programma che si connette al processo server). Nessun cambiamento nei messaggi anche usando Safari Technology Preview (la versione “sperimentale” del browser di Apple).

Un documento sul sito di supporto di Spotify spiega che per l’uso del lettore web sono richiesti: Chrome 45 o seguente, Firefox 47 o seguente, Edge 14 o seguenti, Opera 32 e seguenti.

Sul forum dedicato all’assistenza un utente che lamenta il problema spiega di avere contattato il supporto di Spotify; questi hanno confermato che Safari non è più un browser supportato per il Web Player ma senza indicare il motivo. Al momento l’unico modo per usare il web player dal web è usare versioni recenti di Chrome, Firefox o Opera. Tra i motivi che potrebbero avere a che fare con il problema il modulo Google Widevine per decifrare i contenuti criptati che Apple non supporta perché considerato non sicuro.

A proposito dell'autore

Publisher

Post correlati