Room 2401 - Giulia Mazzoni | recensione
Giudizio complessivo: molto buono
Apprezzamento85%
85%Score

Giulia Mazzoni

Room 2401

2016 (Sony Music Italy) | modern classical

Secondo album, pubblicato il 21 ottobre 2016, dopo quello d’esordio “Giocando con i bottoni”, per Giulia Mazzoni distribuito da Sony Music Italia.

La pianista/compositrice pratese con questo nuovo lavoro ci dà subito l’impressione o meglio la certezza di una certa evoluzione sia compositiva che qualitativa rispetto al precedente lavoro seppur di notevole fattura. In questa nuova opera Giulia Mazzoni, differentemente dal precedente dove i singoli brani erano stati scritti in tempi diversi (anche molto distanti), ci fa chiaramente percepire la volontà di dare un’istantanea del presente, potremmo quindi definirlo un concept album.

«‘Room 2401’ ha segnato una svolta, un cambiamento nella mia vita, l’inizio di un viaggio che mi ha portata a riflettere e a guardare dentro di me come persona e artista – racconta Giulia Mazzoni – Stringerlo tra le mie mani è un’emozione indescrivibile… Quelli passati sono stati mesi importanti di grande lavoro e passione. Con il nuovo disco ho sentito il bisogno di ricominciare il mio racconto musicale partendo dalla stanza, come rappresentazione materiale di un concetto spirituale. Il numero di una stanza d’albergo in cima ad un grattacielo a Chicago che diviene trasposizione di un luogo dell’anima dove ognuno di noi si rifugia ritrovando se stesso. Lo spazio che racchiude i nostri pensieri, speranze, felicità, riflessioni, sogni ma anche delusioni».

“ROOM 2401” contiene una speciale collaborazione con il Maestro MICHAEL NYMAN, autore della colonna sonora del film Premio Oscar “Lezioni di Piano”! Per la prima volta nella sua carriera il Maestro Nyman ha diviso la scena con un altro artista, rielaborando ed eseguendo a due pianoforti una versione inedita della propria composizione “THE DEPARTURE”.

L’album nel suo complesso ci appare molto interessante, lontano dalle solite melodie orecchiabili scritte a tavolino per compiacere l’ascoltatore meno attento. Molte interessante la soluzione trovata in “Winter’s Dream” con audaci salti di tonalità dando una progressione armonica di grande impatto. Le tracce del disco si alternano tra brani più tranquilli come “Whises” dove rimandano a pensieri rivolti al futuro, a brani più intensi come “Ellis Island” dove il pianoforte dialoga sapientemente con una malinconica melodia affidata ad un violoncello, e a brani più energici e stilisticamente più “classici” come “Dinosaur on a Cheese Planet”.

Un disco molto interessante, arricchito dalla prestigiosa collaborazione con il Maestro Michael Nyman ne fa un assoluto momento di piacere a cui è vietato sottrarsi.

 

Tracklist

  1. Winter’s Dream
  2. Wishes
  3. Ellis Island
  4. Room 2401
  5. The Departure
  6. Rebel Muse
  7. Daughter’s Moon
  8. Dinosaur on a Cheese Planet
  9. In Your Eyes
  10. Merope
  11. Destino
  12. Silence
  13. Get Lucky – Bonus Track
  14. Piccola Luce – Bonus Track
  15. Truman’s Sleep – Bonus Track

Il sito di Giulia Mazzoni